AL VIA IL BANDO PER IL SERVIZIO CIVILE REGIONALE 2020

C’È TEMPO FINO ALLE ORE 23.59 DEL 25 LUGLIO PER PRESENTARE DOMANDA

Il Consorzio Solidarietà Sociale ha a disposizione un co-progetto di servizio civile regionale insieme ad Arci Forlì e Arci Cesena che permetterà a 11 giovani di svolgere un’esperienza di servizio civile nell’ area educazione ai diritti del cittadino. 


Titolo del progetto: FrammENTI di comunità

Numero ore di servizio settimanali dei giovani: 25

Nr.mesi durata impegno dei giovani:10


Il bando offre la possibilità ai giovani con età compresa tra i 18 e i 29 anni (che non abbiano ancora compiuto il 30° anno) di  vivere un’esperienza di crescita personale e di cittadinanza attiva e responsabile. 
 

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) o con Posta Elettronica Ordinaria agli indirizzi: css-legalmail.it  o youth@cssforli.it con raccomandata R/R e dovrà pervenire entro e non oltre le 23:59 del 25 luglio 2020.

Giovedì 30 e venerdì 31 dalle ore 9.00 saranno effettuati in Consorzio e presso il Centro per gli Stranieri Sanzio Togni di Cesena i colloqui di selezione; i candidati sono invitati a presentarsi al colloquio muniti di documento d’identità e di permesso di soggiorno con eventuale cedolino di rinnovo del permesso o di prenotazione per il rinnovo del permesso stesso.

La mancata partecipazione al colloquio equivale a rinuncia e comporta l’esclusione dalla selezione per non aver completato la relativa procedura, anche se l’assenza fosse dipendente da causa di forza maggiore.

Per richiedere informazioni è possibile contattare il numero 0543 28383 o scrivere a youth@cssforli.it

Attività ludiche e giornali

Con ordinanza del 3 luglio 2020 – decreto n. 137_2020 che contiene alcune direttive riguardanti anche i nostri circoli, dal 4 luglio sarà permesso loro di svolgere nuovamente alcune delle attività che li tengono in vita, sempre nel rispetto di tutte le norme messe in atto per il contenimento del covid-19

Puoi leggere il testo completo dell’ordinanza cliccando il seguente link:

Conosco Forlimpopoli grazie alla Musica Popolare

Dopo il grande successo delle recenti iniziative, con oltre 30000 visualizzazioni dei video pubblicati durante il periodo di lockdown ed il grande riscontro del primo evento in fase due a Forlimpopoli: Buonanotte Suonatori sui muri, la Scuola di Musica Popolare lancia una nuova iniziativa:

Conosco Forlimpopoli grazie alla Musica Popolare
Il primo grande sondaggio realizzato dalla Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli

La Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli è attiva dal 1986.
Durante questi quasi 35 anni di attività, ha insegnato e divulgato, tramite corsi, workshop, pubblicazioni, concerti e Festival, la conoscenza di musiche e strumenti della tradizione popolare a migliaia di persone di tutte le età e provenienti da tutta Europa.

In qualche modo è venuto il momento di capire chi, quando e perché, è venuto a Forlimpopoli in questi anni grazie alle sue attività.
Si tratta di un’analisi che, se da un lato viene svolta regolarmente sui dati degli iscritti ai corsi e dei soci dell’associazione, non era mai stata fatta nei confronti del complesso del pubblico legato alle iniziative, in particolare quelle pubbliche come concerti e Festival in cui la Scuola e organizzatrice o co organizzatrice.

La Scuola, intende utilizzare i dati questo sondaggio, allo scopo di far capire ai politici quanto la musica popolare abbia contribuito a far conoscere Forlimpopoli nel mondo e quanto importante sia, quindi, il suo valore ed il suo impatto, culturale ma anche economico, sulla città.

Allo stesso tempo l’analisi dei dati raccolti sarà utile anche per capire che direzione prendere per il futuro.

Gli amanti della musica popolare potranno contribuire al sondaggio rispondendo ad un breve e semplice questionario che richiede, per la compilazione, meno di 4 minuti
Le risposte saranno preziosissime per la SMP e per la continuazione del suo lavoro!

I questionari, uno in italiano ed uno in lingua Inglese, sono disponibili sulla pagina web della SMP: www.musicapopolare.net e su pagina e gruppo Facebook

Buonanotte Suonatori Sui Muri 2020

Per oltre trent’anni, fra fine Maggio e inizio Giugno, la Scuola di Musica popolare di Forlimpopoli si è aperta alla città e al mondo con Buonanotte Suonatori, la sua Festa di fine anno.

Decine e decine di allievi e maestri hanno inondato la Rocca di Musica e centinaia di persone hanno goduto dello spettacolo, architettonico e musicale del “saggio di scuola di musica” più visto d’Italia.

Questo, a Giugno 2020 non sarà possibile per i motivi che sapete.

Ci mancherà poter suonare per voi e pensiamo che anche noi vi mancheremo.

Ma distanziamento fisico e distanziamento sociale non sono e non possono essere la stessa cosa per cui abbiamo deciso che non possiamo e non vogliamo darci per vinti.

Vi proponiamo quindi di costruire un Buonanotte Suonatori assieme, annullando il distanziamento sociale fino a quando non potremo annullare anche quello fisico.

Puoi trovare maggiori informazioni sul sito dell’Associazione

Protocollo Regionale

Di seguito troverete il protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 in relazione allo svolgimento in sicurezza delle ATTIVITÀ DEI CENTRI SOCIALI, DEI CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI in Emilia-Romagna e il materiale informativo (cartelli in italiano e in inglese) da esporre all’entrata e all’interno dei circoli.




Il protocollo della regione fa riferimento a disposizioni specifiche per quanto riguarda la gestione del servizio bar o ristorazione e delle attività corsistiche che sono regolate dai protocolli già pubblicati che per comodità trovete di seguito



Cantar Maggio – Il Suono di Forlimpopoli #2”

Il 22 Maggio 2020 la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli , alle ore 21:00, pubblicherà in diretta sulle proprie piattaforme social un nuovo video video realizzato da ventuno dei propri insegnanti. Titolo del video sarà “Cantar Maggio – Il Suono di Forlimpopoli #2” e segue, a venti giorni di distanza, la pubblicazione di “5’41” Bella Ciao -Il Suono di Forlimpopoliche, in pochi giorni, ha sfiorato le 7000 visualizzazioni sulla rete.

Al termine del video avrà luogo una diretta che coinvolgerà gli ideatori ed i realizzatori del video che narreranno delle modalità della sua realizzazione.

Il Cantar Maggio è un canto facente riferimento al Calendimaggio, una tradizione antichissima dalla funzione magico propiziatoria ancora viva ed ancor oggi diffusa fra le comunità agricole di molte regioni d’Italia come allegoria del ritorno alla vita e della rinascita: fra queste il Piemonte, la Liguria, la Lombardia, l’Emilia-Romagna (ad esempio si celebra nella zona delle Quattro Province, ovvero Piacenza, Pavia, Alessandria e Genova), la Toscana (Montagna pistoiese), l’Umbria, le Marche, l’Abruzzo e il Molise così come in alcune località del fronte Bolognese dell’Appennino Tosco Emiliano.

“La funzione magico-propiziatoria di questo rito è spesso svolta durante una questua durante la quale, in cambio di doni (tradizionalmente uova, vino, cibo o dolci), i maggianti (o maggerini) cantano strofe benauguranti agli abitanti delle case che visitano. Simbolo della rinascita primaverile sono gli alberi (ontano, maggiociondolo) che accompagnano i maggerini e i fiori (viole, rose), citati nelle strofe dei canti, e con i quali i partecipanti si ornano”*

“Si tratta di una celebrazione che risale a popoli dell’antichità molto integrati con i ritmi della natura, quali celti (festeggiavano Beltane), etruschi e liguri, presso i quali l’arrivo della bella stagione rivestiva una grande importanza.”*

Si tratta di un brano festoso e beneaugurante con cui gli Insegnanti e la Scuola di Musica Popolare tutta vogliono affrontare il futuro prossimo e remoto che, per il momento, si propone ancora incerto soprattutto per il mondo della musica e dello spettacolo

Questo video aderisce al progetto di “ApARTe°: materiali irregolari di cultura libertaria” http://www.aparterivista.it/ ed è solidale con tutti quei lavoratori (attori, cantanti, ballerini, ecc. ma anche tecnici e personale ausiliario) che per svolgere il proprio lavoro hanno bisogno di un pubblico, cosa che attualmente non è possibile.

Con il Patrocinio del Comune di Forlimpopoli

Immagini addizionali: Estratti video da “Forlimpopoli: Il bello e il buono della Romagna” – Regia di Andrea Maffucci Illustrazioni di Stefano Gardini – Comune di Forlimpopoli © 2013

Arrangiamento ispirato dalla versione di Maurizio Geri, Riccardo Tesi interpretata da Piero Pelù con la partecipazione di Daniele Sepe. “Sopra i tetti di Firenze” Materiali Sonori – 2010

 Da un testo tradizionale raccolto da Caterina Bueno

*Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Calendimaggio

Marco Bartolini

Info e contatti:

marcobartolini65@gmail.com

389 1005150

Pagina web: www.musicapopolare.net

Pagina FB: https://www.facebook.com/scuoladimusicapopolare/