Home Page


Eventi in evidenza

Giu
22
Lun
Aperitivo Incredibile @ Valverde Circolo Arci
Giu 22@18:00–Lug 27@21:00

Aperitivo Incredibile

SIAMO TORNATI!
APERITIVO INCREDIBILE
DALLE 18,30 DJ SET


Vai alla pagina dell’evento

Lug
16
Gio
Sfaccettature ai Bevitori longevi Disadattatimpopoli @ Bevitori Longevi
Lug 16@21:00–00:00

Sfaccettature ai Bevitori longevi Disadattatimpopoli

SFACCETTATURE recupera una delle date sospese in questi mesi!
Ovvero:

UOMO SENZA GLUTINE – Monologhi fatti col cuore al 51%.
Di e con Gianni Bardi.

Sguardi fuori fuoco sul quotidiano che rivelano il lato buffo, grottesco e surreale (e anche un filino amaro) delle cose di tutti i giorni.
Però senza ansie.
Cioè, tranquilli, è una roba da ridere.

A Enrico piace scrivere vi invita ai Bevitori Longevi che per l’occasione allestiranno uno spazio esterno al locale nel rispetto delle norme di sicurezza attuali.

Per i pochi che non conoscessero l’ospite della serata eccovi qualche dettaglio sulla sua carriera!

Gianni Bardi. Attore. Comico.
Comincia fare teatro negli anni dell’università all’interno dei laboratori di Istituzioni di Regia del DAMS. Nel 1995 è uno dei
fondatori dei Le Barnos, gruppo di cabaret e teatro comico col quale gira la penisola in lungo e in largo producendo diversi spettacoli e arrivando nel 2007 al debutto televisivo partecipando a Zelig Off e successivamente a 11 puntate di Zelig Arcimboldi, in prima serata. La loro comicità fisica, prorompente e surreale, viene notata anche da Maurizio Costanzo che li vuole ospiti più volte nelle proprie trasmissioni.
Dal 2014, desideroso di mettersi alla prova, si cimenta col monologo
umoristico. Il suo primo spettacolo "Dico delle Robe" è la summa di tre anni di esperimenti in questa direzione. Dopodiché insiste e scrive/interpreta "Uomo Senza Glutine – Monologhi fatti col cuore al 51%".

Vai alla pagina dell’evento

16 Luglio 2020 L’Orchestrona a Bertinoro @ -
Lug 16@21:30–23:00

16 Luglio 2020 L'Orchestrona a Bertinoro

Giovedì 16 Luglio
Ore 21:30
Giardino Rocca Vescovile
Via Frangipane
Bertinoro

Ingresso Gratuito
Prenotazioni fortemente consigliata al link seguente: https://www.ticketsms.it/event/eElQQJbq

Torna L’ORCHESTRONA DELLA SCUOLA DI MUSICA POPOLARE DI FORLIMPOPOLI
con
L’EUROPA BALLA
live

L’Orchestrona della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli è, al tempo stesso, un corso di musica d’insieme ed il gruppo di rappresentanza della suddetta Associazione che da quasi 35 anni si occupa di Musica popolare.

Questo progetto nasce circa 20 anni fa da un’idea di Davide Castiglia, oggi direttore del gruppo, che ha voluto realizzare una formazione assolutamente atipica, una commistione ben riuscita tra una banda ed un’orchestra che non è in realtà nessuna delle due ma, essendo composta esclusivamente da strumenti insegnati nella Scuola, è la più fedele sintesi del progetto musicale che la Associazione sta portando avanti.

Una formazione che vede fianco a fianco allievi e musicisti già esperti, capace di coinvolgere ed accompagnare il pubblico, con la sua freschezza interpretativa in un affascinante viaggio alla scoperta di quelli che sono i “classici” o, usando un termine jazzistico, gli “standard” della Scuola di Musica Popolare, brani conosciuti e non che fanno parte del bagaglio culturale di ognuno degli Insegnanti e degli allievi di strumento e che, spaziando fra le melodie popolari di Italia, Francia, Germania, Irlanda, sono capaci di raccontare la eterogenea ricchezza e la trascinante bellezza delle musiche di tradizione.

A partire dal 2009 l’Orchestrona, presenta un concerto dedicato alle musiche tradizionali da ballo e non solo, e, a tutt’oggi, può essere considerata un ensemble unico nel suo genere ma soprattutto una straordinaria macchina da folk. Oltre 20 elementi, organetti, fisarmoniche, violini, violoncelli, cornamuse, flauti, chitarre, arpe, contrabbassi e percussioni… tutti insieme appassionatamente per offrire agli appassionati del genere un repertorio selezionati fra i più bei brani della tradizione Europea.

#Orchestrona
#Scuolamusicapopolareforlimpopoli
#entroterrefestival

Vai alla pagina dell’evento

Lug
18
Sab
Fabrizio Puglisi sonorizza Chaplin @ Area Sismica
Lug 18@21:30–23:00

Fabrizio Puglisi sonorizza Chaplin

Area Sismica Estate 2020
dedicata a Pierantonio Pezzinga

sabato 18 luglio ore 21.30
Rassegna Musiche Extra-Ordinarie

FABRIZIO PUGLISI
pianoforte, oggetti

Sonorizzazione film muti
The Immigrant (1917) e The Rink (1916)
di Charlie Chaplin

Pianista, compositore ed improvvisatore, Fabrizio Puglisi si laurea con lode al DAMS di Bologna con una tesi su Cecil Taylor.
Dal 1997 al 2003 si è stabilito per lunghi periodi ad Amsterdam dove ha collaborato con alcuni musicisti della scena olandese come Tristan Honsinger, Han Bennink, Ab Baars, Sean Bergin, Ernst Reijseger, Tobias Delius e la big band Tetzepi.

Ha collaborato tra gli altri con Louis Sclavis, Lester Bowie, Don Moye, David Murray, Hamid Drake, John Zorn, Steve Lacy, Don Byron, Butch Morris, William Parker, Kenny Wheeler, Enrico Rava, Rob Mazurek, George Russell, David Liebman, Ronnie Cuber, Ray Mantilla, Irian Lopez Rodriguez, Michel Godard, Marc Ribot, Deus Ex Machina, Alvin Curran, Philip Corner, Mark Dresser, Paolo Fresu, Flavio Boltro, Steve Grossman, Sal Nistico, John De Leo, Cristina Zavalloni, Gianluca Petrella, Italian Instabile Orchestra, Keith Tippett, Gunter “Baby” Sommer e Alfio Antico.

Si è esibito in Festival in USA, Canada, Europa, Africa, Turchia, India, Georgia ed in Messico.
È stato più volte ospite nei programmi di RAI Radiotre (Invenzioni a due voci, Radiotre Suite, Battiti, I Concerti del Quirinale).

Membro storico del Collettivo Bassesfere, da sempre ama sconfinare nei territori di altri linguaggi artistici interagendo con la danza e le coreografie di Giorgio Rossi, Ambra Senatore, Barbara Toma, Hisako Horikawa, Karamba Mane o collaborando con attori, scrittori, poeti, registi ed artisti visivi.
Insegna Pianoforte Jazz al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna e alla Siena Jazz University.

> Posti limitati e preassegnati.
> Prenotazione via email a info@areasismica.it
> Ricordiamo che la prenotazione vale fino a 30 minuti prima dell’inizio previsto dell’evento.
> in caso di pioggia il concerto si terrà all’interno di Area Sismica. Motivo per cui i posti preassegnabili sono limitati.
> Ingresso 12 euro ogni concerto, 20 euro per entrambi gli eventi dei weekend. E’ possibile pagare al momento del ritiro del biglietto di ingresso.

> La riapertura è subordinata al rispetto delle seguenti misure tecniche, procedurali e organizzative per il corretto contenimento del rischio biologico:
– All’ingresso verrà misurata la temperatura corporea con un termometro ad infrarossi/laser senza contatto, consentendo l’accesso solo in caso di temperatura inferiore a 37,5°;
– Saranno dislocati in diversi punti del locale colonnine con distributori di gel sanificante dotati di fotocellula;
– L’afflusso, il deflusso e tutti i percorsi interni saranno gestiti nel rispetto del distanziamento sociale, indicato da apposita segnaletica di sicurezza orizzontale e verticale, così come lo saranno i posti a sedere. Non sono tenuti al distanziamento interpersonale i conviventi;
– Tutti gli spettatori dovranno indossare una mascherina a protezione delle vie respiratorie durante gli spostamenti all’interno di Area Sismica;
– Area Sismica applicherà i protocolli di sanificazione generale previsti dalla normativa vigente prima di ogni spettacolo e ciclicamente il giorno dell’evento nei servizi igienici;
– Il punto di ristoro seguirà le procedure del contenimento biologico previste per i bar aperti al pubblico;
– Area Sismica dovrà tenere traccia per 14 giorni dei nomi e di un recapito di ciascun spettatore.

> Area Sismica è un circolo Arci. L’ingresso è riservato ai soci.
E’ possibile tesserarsi online a questo link:
https://portale.arci.it/preadesione/areasismica/

Vai alla pagina dell’evento

Lug
19
Dom
ALMA feat. Daniele Roccato @ Area Sismica
Lug 19@21:30–23:00

ALMA feat. Daniele Roccato

Fabrizio Ottaviucci: pianoforte
Antonio Caggiano: percussioni
Gianni Trovalusci: flauti
Daniele Roccato: contrabbasso

Per la prima volta insieme quattro tra i musicisti italiani maggiormente impegnati su vari fronti della musica d’oggi.
Questi performer, infatti, che provengono dai territori della Musica Contemporanea, hanno una grande esperienza anche nel campo dell’Improvvisazione, collaborando con grandi personalità artistiche sui due versanti.

Il progetto nasce dall’idea che il nostro tempo richiede con sempre maggiore urgenza di avvicinare e fondere insieme le frequenze espressive, linguistiche, culturali dei mondi provenienti dalle sperimentazioni improvvisative, con tutto il loro background di istintività, immediatezza e tensione psicologica radicata nella contemporaneità, con lo studio, la raffinatezza, la complessità dei mondi compositivi percorsi e conosciuti attraverso le mappe lasciate dai maestri di ogni tempo.

Una grande opportunità ascoltarli uniti sul palco nella ricerca di suoni, intrecci e interazioni, con i loro strumenti – fiato, arco, tastiera e percussione – come i quattro punti cardinali della Musica che rinasce, per una grande Epifania Sismica.

> Posti limitati e preassegnati.
> Prenotazione via email a info@areasismica.it
> Ricordiamo che la prenotazione vale fino a 30 minuti prima dell’inizio previsto dell’evento.
> in caso di pioggia il concerto si terrà all’interno di Area Sismica. Motivo per cui i posti preassegnabili sono limitati.
> Ingresso 12 euro ogni concerto, 20 euro per entrambi gli eventi dei weekend. E’ possibile pagare al momento del ritiro del biglietto di ingresso.

> La riapertura è subordinata al rispetto delle seguenti misure tecniche, procedurali e organizzative per il corretto contenimento del rischio biologico:
– All’ingresso verrà misurata la temperatura corporea con un termometro ad infrarossi/laser senza contatto, consentendo l’accesso solo in caso di temperatura inferiore a 37,5°;
– Saranno dislocati in diversi punti del locale colonnine con distributori di gel sanificante dotati di fotocellula;
– L’afflusso, il deflusso e tutti i percorsi interni saranno gestiti nel rispetto del distanziamento sociale, indicato da apposita segnaletica di sicurezza orizzontale e verticale, così come lo saranno i posti a sedere. Non sono tenuti al distanziamento interpersonale i conviventi;
– Tutti gli spettatori dovranno indossare una mascherina a protezione delle vie respiratorie durante gli spostamenti all’interno di Area Sismica;
– Area Sismica applicherà i protocolli di sanificazione generale previsti dalla normativa vigente prima di ogni spettacolo e ciclicamente il giorno dell’evento nei servizi igienici;
– Il punto di ristoro seguirà le procedure del contenimento biologico previste per i bar aperti al pubblico;
– Area Sismica dovrà tenere traccia per 14 giorni dei nomi e di un recapito di ciascun spettatore.

> Area Sismica è un circolo Arci. L’ingresso è riservato ai soci.
E’ possibile tesserarsi online a questo link:
https://portale.arci.it/preadesione/areasismica/

Vai alla pagina dell’evento

Lug
24
Ven
Sauro Tronconi La Collana del Buddha Meditazione e corpi astrali @ Badia di Sasso
Lug 24@19:00–Lug 26@17:00

Sauro Tronconi La Collana del Buddha Meditazione e corpi astrali

LA COLLANA DEL BUDDHA
Meditazioni e corpi astrali
a Badia di Sasso
Con SAURO TRONCONI

Un seminario residenziale condotto da Sauro Tronconi alla ricerca della spiritualità più profonda in un luogo, Badia di Sasso, che ha ospitato per secoli monaci ed eremiti. Nei luoghi dei monasteri Camaldolesi e Francescani.
Si inizia il 24 luglio, venerdì sera alle ore 21 e si conclude la domenica 26 alle ore 17.00.
Per informazioni: Tel. e watsapp 3482330508
https://www.espande.info/event/seminari-residenziali-estivi-2020/

Logistica delle giornate:
Si inizia la mattina alle 7,30 con una meditazione "Medinamica" , alle 8,30 colazione abbondante, 9,30 inizio delle pratiche nel seminario con Sauro Tronconi, 12,15 lettura e 12,30 pranzo. Inizio del seminario pomeridiano ore 15,00 fino alle 18,00. 19,15 lettura, 19.30 Cena e per concludere la giornata ore 21.00 seminario sino alle 23.00. Durante la giornata si offriranno anche diverse attività facoltative ai partecipanti.
Tutti gli spazi e le camere sono Igienizzati e controllati, sono disponibili in ogni momento presidi sanitari di disinfezione e mascherine (che saranno consigliate per alcune attività in relazione al distanziamento), molte attività si svolgeranno all’aperto.

Si narra che nell’isola di Ceylon alcune antiche famiglie custodiscano nel tempio famigliare, ben protetta e nascosta agli estranei una perla della cosiddetta collana del Buddha e che attraverso questa piccola pallina di osso essi siano in comunicazione con il corpo astrale di un illuminato. Una pallina di osso che si forma sotto la pelle del collo all’altezza delle ghiandole, narra la leggenda; solo ai Bodhisattva illuminati. In questo seminario, al di là della leggenda, entreremo in un regno di possibilità inesplorate dove se ci permetteremo di dare fiducia alle nostre sensazioni profonde potremo sperimentare tecniche legate ai cosiddetti “corpi astrali”, per applicare qualcosa che sembra così distante al vivere quotidiano.
Un seminario di meditazione, dove oltrepasseremo la tecnica per entrare in uno stato di presenza oggettiva, uno stato che ci permette di utilizzare le nostre capacità ritrovate e darci fiducia nelle scelte pratiche.
"Colui che svela la propria reale essenza, ha nelle mani le redini della sua esistenza"

Vai alla pagina dell’evento

Lug
30
Gio
Early Music Master Classes 2020 @ CEUB
Lug 30@16:00–Ago 2@13:00

Early Music Master Classes 2020

Nyckelharpa, Viola da gamba, Harpsichord, Recorder & Ensemble.
From 30th July to 2nd August 2020, placed at the Centro Universitario C.E.U.B. of Bertinoro, for the seventh time several Master Classes for Early Music will be organized in co-operation with three major European University Institutions: the Fondazione Alma Mater of Bologna (Italy), the Trossingen University of Music (Germany) and the Music and Arts University of the City of Vienna (Austria).

Vai alla pagina dell’evento

Ago
1
Sab
Assolato Sisma c/o Arena Forlì San Domenico Estate – ingresso g @ -
Ago 1@21:30–23:00

Assolato Sisma c/o Arena Forlì San Domenico Estate - ingresso g

c/o Arena Forlì San Domenico Estate| P.zza Guido da Montefeltro, Forlì
> ingresso gratuito fino a esaurimento posti <

Giancarlo Schiaffini: trombone
Pasquale Mirra: vibrafono
Filippo Økapi: elettroniche
Alberto Popolla: clarinetti

Ultima formazione creata per questa rassegna della ripartenza, che vede l’innesto di un gigante della musica contemporanea, con altri improvvisatori sopraffini provenienti da ambiti sia legati alla musica cosiddetta colta, sia più marcatamente jazzistica, capace di creare paesaggi sonori che abbracciano più orizzonti.

Anche in questo caso il risultato sarà il frutto di una residenza che permetterà di mettere a punto alchimie inaudite.

Sarà una occasione davvero speciale quella di vedere sul palco Giancarlo Schiaffini con Pasquale Mirra, Filippo Økapi e Alberto Popolla, per un concerto che potrebbe prendere qualsiasi direzione musicale in qualsiasi momento, come solo con musicisti di questa caratura è possibile ascoltare.

Giancarlo Schiaffini, compositore-trombonista-tubista, nato a Roma nel 1942, si è laureato in fisica presso nel 1965. Autodidatta in musica, ha partecipato alle prime esperienze di free-jazz in Italia negli anni ’60. In quel periodo ha cominciato la sua attività di compositore ed esecutore nel campo della musica contemporanea e del jazz.
Nel 1970 ha studiato a Darmstadt con Stockhausen, Ligeti e Globokar e ha fondato il gruppo strumentale da camera Nuove Forme Sonore.
Nel 1972 ha studiato musica elettronica con Franco Evangelisti, collaborando con il Gruppo di Improvvisazione di Nuova Consonanza fino al 1983.
Nel 1975 ha fondato il Gruppo Romano di Ottoni, con repertorio di musica rinascimentale e contemporanea.
Fa parte della Italian Instabile Orchestra.
Ha tenuto corsi e seminari in Italia, presso la Hochschule di Freiburg i. B., Melba e Monash University (Melbourne) e la New York University.
Ha insegnato presso i conservatori “G. Rossini” di Pesaro, “A. Casella” dell’Aquila e nei corsi estivi di Siena Jazz (strumento, improvvisazione, composizione).
Ha collaborato con John Cage, Karole Armitage, Luigi Nono e Giacinto Scelsi.
Ha partecipato, come compositore ed esecutore, a numerosi festival e stagioni concertistiche presso: Teatro alla Scala, Accademia di S. Cecilia, Biennale Musica di Venezia, Autunno Musicale di Como, IRCAM, Upic e Festival d’Automne di Parigi, Reina Sofia di Madrid, Ars Musica di Bruxelles, Europa jazz Festival du Mans, Jazz a Mulhouse, Tramway (Rouen), Wien Modern, Aspekte di Salisburgo, Donaueschinger Musiktage, Moers, Tage fuer Neue Musik di Zurigo, Fondazione Gulbenkian di Lisbona, Alte Oper di Francoforte, Filarmonica di Berlino, Festival di Gibellina, FIMAV di Victoriaville (Canada), Nuova Consonanza, Bimhuis di Amsterdam, JazzYatra (India), Darmstadter Ferienkurse, Pomeriggi Musicali e Musica del nostro tempo (Milano), UNEAC di Cuba, Maggio Musicale Fiorentino, Lincoln Center e Hunter College (New York), New Music Concerts di Toronto e molti altri.
Dal 1988 collabora con la cantante e autrice di testi Silvia Schiavoni per la composizione ed esecuzione di performances multimediali originali e su letteratura, pittura (Joyce, Gauguin, Ibsen, Boccioni, Ammaniti e altri), con immagini di Ilaria Schiaffini.
Nel 2000 è stato Composer in Residence presso l’”International Composers & Improvisers Forum Munich”.
Ha registrato per le radio nazionali in Italia, Austria, Canada, Olanda, Messico, Germania, Francia, Svezia, Spagna. Sono state a lui dedicate composizioni da numerosi autori come Scelsi, Nono, Alandia, Amman, Castagnoli, Dashow, Guaccero, Laneri, Mencherini, Renosto, Ricci, Villa-Rojo. Ha inciso dischi per BMG, Curci, Cramps, Edipan, Horo, Hat Records, Pentaflowers, Pentaphon, Red Records, Ricordi, Vedette.
BMG, Curci, Edipan, Pentaflowers, Ricordi hanno pubblicato sue composizioni.
Ha pubblicato per Ricordi un suo trattato sulle tecniche del trombone nella musica contemporanea e per Auditorium Edizioni “E non chiamatelo jazz” sull’improvvisazione musicale, “Tragicommedia dell’ascolto”, “Immaginare la musica” e “Errore e pregiudizio”.
A Giancarlo Schiaffini è stata dedicata una voce dalla Biographical Encyclopedia of Jazz (Oxford University Press) e dall’Enciclopedia della Musica (Utet/Garzanti).

Alberto Popolla: clarinettista, sassofonista, arrangiatore e compositore, ha suonato a New York, Chicago, Londra, Berlino, Bruxelles, Algeri e in molti festival e rassegne italiane.
Ha esplorato le diverse sonorità e le infinite risorse timbriche dei suoi clarinetti, attraversando ricerca e improvvisazione, scrittura e conductions, situazioni più propriamente jazzistiche e musica balcanica e klezmer.
Ha promosso diverse formazioni italiane ed europee e collaborato con musicisti provenienti da tutto il mondo.
E’ diplomato in jazz presso il Conservatorio Musicale di Frosinone e laureato in Lettere con piano di studi storico politici dell’età moderna e contemporanea presso l’Università La Sapienza di Roma.
In questi ultimi anni si è dedicato con passione all’arrangiamento e alla composizione prendendo ispirazione dal grande patrimonio blues e dalle affascinanti sonorità della cosiddetta scena di Canterbury e della musica Progressive.
É membro fondatore del gruppo avant blues Roots Magic, più volte votato dalla rivista Musica Jazz tra i migliori gruppi italiani e autore di tre dischi editi dall’etichetta Clean Feed.
Ha suonato in concerto e registrato con: John Tchichai, Don Byron, Steve Beresford, Lol Coxhill, David Ryan, Ian Mitchell, Michel Godard, Simon Allen, Chris Cutler, London Improvisers Orchestra, Mamadou Diabate, Bob Moses, Greg Burk, Elliott Sharp, Jamal Ouassini, Noel Taylor, Veryan Weston, Michael Thieke, Ab Baars, Ig Henneman, Lisa Mezzacappa, Mike Cooper, Christian Munthe, Marco Cappelli, Mauro Pagani, Eugenio Colombo, Giancarlo Schiaffini, Gianni Trovalusci, Emanuele Parrini, Ferdinando Faraò, Cristina Zavalloni, Francesco Lo Cascio, Francesco Cusa, Marilena Paradisi, Ettore Fioravanti, Pasquale Innarella…

Pasquale Mirra: considerato uno dei vibrafonisti più interessanti della scena italiana ed internazionale. Laureato presso il Conservatorio Statale di Musica G.B. Martini di Bologna Collabora e ha collaborato con grandi improvvisatori della scena mondiale, tra i quali: Michel Portal, Fred Frith, William Parker, Rob Mazurek, Hank Roberts, Nicole Mitchell, Tristan Honsinger, Ernst Rijseger, Ballakè Sissoko, Butch Morris, Lansiné Kouyaté, Jeff Parker, Micheal Blake.
Dal 2013 al 2018 viene nominato miglior vibrafonista italiano dalla rivista di settore Jazz it.
Nel 2014 e nel 2015 inoltre considerato tra i migliori musicisti dell’anno per i critici della rivista Musica Jazz.
Dal 2008 collabora stabilmente con il noto percussionista americano Hamid Drake con il quale suona e ha suonato in diversi progetti partecipando a numerosi Festival in America e in Europa.
Con i Mop Mop, gruppo con cui collabora stabilmente da 15 anni suona in numerosi Festival europei e prende parte alle musiche del film “To Rome with Love” del regista e attore americano Woody Allen.
Dal 2015 suona con il gruppo C’mon Tigre con i quali ha suonato in molti Festival italiani ed europei.
Ha inciso oltre 40 dischi per svariate etichette italiane ed estere e con RaiTrade etichetta della radio televisione italiana.
Si esibito in: Stati Uniti, Giappone, Indonesia, Thailandia, Olanda, Norvegia, Danimarca, Svezia, Russia, Ungheria, Polonia, Romania, Lituania, Germania, Francia, Regno Unito, Belgio, Portogallo, Spagna, Austria, Bulgaria, Grecia, Turchia, Cipro, Serbia, Repubblica Ceca.
E’ membro del Collettivo Bassesfere, associazione per lo sviluppo e la diffusione della musica improvvisata e di ricerca.
Svolge un’intensa attività didattica in qualità di esperto esterno presso le Scuole Primarie di Bologna e sostiene workshop presso svariati Festival Italiani.
Ha inoltre tenuto Masterclass di Conduction presso il Conservatorio Statale ed il Liceo Musicale di Bologna.

Økapi inizia a suonare con vinili e giradischi nei primi anni Novanta, influenzato dalla nuova scena musicale di plagiaristi e dj radicali, mantenendo sempre l’approccio classico “acusmatico” della musica concreta ed elettroacustica.
Nel 1992 crea una piccola edizione pirata chiamata Slap-press e diventa membro attivo del M.a.c.o.s. Nel 1997 fonda il duo Metaxu.
Il primo lavoro gli viene commissionato per un evento radiofonico di Phonurgia Nova di Arles (Francia).
Negli anni partecipa ad alcuni incontri di improvvisazione suonando con musicisti quali Zu, Mike Cooper, Peter Brotzmann, Mike Patton, Matt Gustafson, Geoff Leigh, Damo Suzuki, Andy EX, Kawabata Makoto, Eugenio Colombo, Vittorino Curci, Niobe, Anna Clementi, Gianni Gebbia, Matt Bernardino Penazzi, Elio Martusciello, Pasquale Iannarella, Roy Paci…
Nel 2000 crea il trio Dogon, partecipa alla Biennale di Venezia, “Controindicazioni”, “RingRing b92 Around the World”, “Biennale artisti d’Europa e del Mediterraneo” “Musica 90” (Torino).
Sempre nel 2000 suona con il dj radicale americano Christian Marclay per una performance trasmessa da Radio Rai.
Con i Metaxu suona all’ “Off-ICMC” festival di Berlino. Dal 2003 inizia a pubblicare in solo a partire dal progetto Where is the beef?, seguito dal doppio vinile Love him.
Compone musica per il cinema (Cover Boy di Carmine Amoroso, Tre donne morali di Marcello Garofalo), jingle e musica per la radio, per la televisione e per spot pubblicitari.
Realizza sonorizzazioni in collaborazione con il collettivo elettracustico Edison Studio (Gli ultimi giorni di Pompei, 2006) e il quintetto di percussioni dell’orchestra sinfonica di Roma (Balletto meccanico – concerto di percussioni e elettronica, 2013).
Collabora con il teatro, lavorando con attori e registi quali Marcello Cava (Festival di teatro di Gubbio e festival di Ostia Antica con la formazione degli Zu), Pietro Faiella (Delirio a due, 2004 Omaggio a Carmelo Bene 2012) Marcello Cotugno (2016), Andrea Cosentino (Telemomo – residenza a Villa Torlonia 2014), Fabrizio Pallara (collaborazione in corso dal 2016).
Per l’edizione di Roma Europa Festival 2017, sezione Kids, concepisce in collaborazione con la compagnia Teatro delle Apparizioni la colonna sonora di un’installazione site specific a forma di Labirinto.
Dal progetto nasce il vinile “Labirinto. Verso un altro ritorno” (Aldebaran Records – Slap Press 2018). Dal 2011 inizia la sua collaborazione con il videoartista Simone Memè per le performance live legate alle produzioni di musica sperimentale post classica: Opera riparata. Tributo a Bruno Munari e Pardonne-moi, Olivier. 16 oiseaux pour Olivier Messiaen. Nel 2015 nasce il trio impro K-Mundi (Økapi/Adriano Lanzi/Marco Ariano).

>>> L’intera Stagione Estiva 2020 è dedicata a Pierantonio Pezzinga. <<<

> Posti limitati e preassegnati.
> Prenotazione via email a info@areasismica.it
> Ingresso gratuito
> In occasione della conferma della prenotazione verrano fornite le indicazioni legate al contenimento del rischio biologico richiesto dalla normativa vigente.

Vai alla pagina dell’evento

Ago
15
Sab
Rinviato Cosmetic “Non siamo di qui” ai Bevitori Longevi @ Bevitori Longevi
Ago 15@23:00–00:30

Bevitori Longevi | To Lose La Track | Asap Arts presentano:

COSMETIC SUONANO TUTTO "NON SIAMO DI QUI"

Era il lontano 2003 quando Paggetti si recava con lungimiranza a un concerto dei Cosmetic per la prima volta, era proprio il 2009 quando li chiamò a suonare per la prima volta a Meldola, e da allora la passione non è mai scemata a nessuno dei nostri eroi, e l’occasione della ristampa in vinile di "Non Siamo di Qui" era ghiotta per tornare a unire le forze in una serata speciale assieme! La vita è un bivio e noi nel dubbio…

segue bio ufficiale

Il 2019 è stato il decimo anniversario dalla pubblicazione di "Non Siamo di Qui" e finalmente il celeberrimo album verrà reso disponibile anche in vinile, grazie a To Lose La Track in collaborazione con La Tempesta, collettivo che con questo disco nel 2009 lanciò i Cosmetic nell’olimpo degli Dèi falliti del rock! Una splendida edizione in vinile rosso sangue arricchita da un inedito e una b-side, con ricco booklet di 24 pagine!

La reissue è stata pubblicata il 10 gennaio 2020.
Per l’occasione i Cosmetic porteranno dal vivo l’album “Non siamo di qui” suonato per intero, in poche selezionate date in Italia, oltre ad una selezione di pezzi più recenti del repertorio della band.

I brani torneranno a splendere di luce rinnovata, anche grazie al sempre maggiore impegno dal vivo di Alice alla voce e di Straccia ai synth come negli ultimi due tour dal 2017 in avanti.

Bart: chitarra , voce
Mone : batteria
Alice: basso, voce
Straccia: chitarra, synth

Ascolta
https://cosmetic.bandcamp.com/

Ascolta "Non Siamo di Qui":
https://www.youtube.com/watch?v=L7XzXGjHL3A

Vai alla pagina dell’evento


Ultime Notizie

C'È TEMPO FINO ALLE ORE 23.59 DEL 25 LUGLIO PER PRESENTARE DOMANDA Il Consorzio Solidarietà Sociale ha a disposizione un
Con ordinanza del 3 luglio 2020 - decreto n. 137_2020 che contiene alcune direttive riguardanti anche i nostri circoli, dal
Dopo il grande successo delle recenti iniziative, con oltre 30000 visualizzazioni dei video pubblicati durante il periodo di lockdown ed
Per oltre trent’anni, fra fine Maggio e inizio Giugno, la Scuola di Musica popolare di Forlimpopoli si è aperta alla
Di seguito troverete il protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19
Il 22 Maggio 2020 la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli , alle ore 21:00, pubblicherà in diretta sulle proprie

Bandi ed Opportunità Locali

COMUNE DI MELDOLA Assessorati Pace e Diritti Umani e Pubblica Istruzione “DALL’ANNIVERSARIO DELLA DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DELL’UOMO ALL’ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE,
Bando Europeo Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (BandoAMIF-2019-AG-CALL, pubblicato sul sito https: //ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/home) Scadenza presentazione domande: 30 gennaio 2020 La
Bando Europeo Azione preparatoria “Music Moves Europe”; Bando “Cooperazione tra piccoli locali musicali” (pubblicato sul sito https: //ec.europa.eu/programmes/creative-europe/content/ call-proposals-co-operation-small-music-venues_en) Scadenza