Cantar Maggio – Il Suono di Forlimpopoli #2”

Il 22 Maggio 2020 la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli , alle ore 21:00, pubblicherà in diretta sulle proprie piattaforme social un nuovo video video realizzato da ventuno dei propri insegnanti. Titolo del video sarà “Cantar Maggio – Il Suono di Forlimpopoli #2” e segue, a venti giorni di distanza, la pubblicazione di “5’41” Bella Ciao -Il Suono di Forlimpopoliche, in pochi giorni, ha sfiorato le 7000 visualizzazioni sulla rete.

Al termine del video avrà luogo una diretta che coinvolgerà gli ideatori ed i realizzatori del video che narreranno delle modalità della sua realizzazione.

Il Cantar Maggio è un canto facente riferimento al Calendimaggio, una tradizione antichissima dalla funzione magico propiziatoria ancora viva ed ancor oggi diffusa fra le comunità agricole di molte regioni d’Italia come allegoria del ritorno alla vita e della rinascita: fra queste il Piemonte, la Liguria, la Lombardia, l’Emilia-Romagna (ad esempio si celebra nella zona delle Quattro Province, ovvero Piacenza, Pavia, Alessandria e Genova), la Toscana (Montagna pistoiese), l’Umbria, le Marche, l’Abruzzo e il Molise così come in alcune località del fronte Bolognese dell’Appennino Tosco Emiliano.

“La funzione magico-propiziatoria di questo rito è spesso svolta durante una questua durante la quale, in cambio di doni (tradizionalmente uova, vino, cibo o dolci), i maggianti (o maggerini) cantano strofe benauguranti agli abitanti delle case che visitano. Simbolo della rinascita primaverile sono gli alberi (ontano, maggiociondolo) che accompagnano i maggerini e i fiori (viole, rose), citati nelle strofe dei canti, e con i quali i partecipanti si ornano”*

“Si tratta di una celebrazione che risale a popoli dell’antichità molto integrati con i ritmi della natura, quali celti (festeggiavano Beltane), etruschi e liguri, presso i quali l’arrivo della bella stagione rivestiva una grande importanza.”*

Si tratta di un brano festoso e beneaugurante con cui gli Insegnanti e la Scuola di Musica Popolare tutta vogliono affrontare il futuro prossimo e remoto che, per il momento, si propone ancora incerto soprattutto per il mondo della musica e dello spettacolo

Questo video aderisce al progetto di “ApARTe°: materiali irregolari di cultura libertaria” http://www.aparterivista.it/ ed è solidale con tutti quei lavoratori (attori, cantanti, ballerini, ecc. ma anche tecnici e personale ausiliario) che per svolgere il proprio lavoro hanno bisogno di un pubblico, cosa che attualmente non è possibile.

Con il Patrocinio del Comune di Forlimpopoli

Immagini addizionali: Estratti video da “Forlimpopoli: Il bello e il buono della Romagna” – Regia di Andrea Maffucci Illustrazioni di Stefano Gardini – Comune di Forlimpopoli © 2013

Arrangiamento ispirato dalla versione di Maurizio Geri, Riccardo Tesi interpretata da Piero Pelù con la partecipazione di Daniele Sepe. “Sopra i tetti di Firenze” Materiali Sonori – 2010

 Da un testo tradizionale raccolto da Caterina Bueno

*Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Calendimaggio

Marco Bartolini

Info e contatti:

marcobartolini65@gmail.com

389 1005150

Pagina web: www.musicapopolare.net

Pagina FB: https://www.facebook.com/scuoladimusicapopolare/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *