Al via il concorso “Ce la canti e ce la suoni!”, rivolto a musicicisti dai 14 ai 30 anni.

GIOVANI ARTISTI E SCUOLE: ROMAGNABANCA ANCORA DALLA PARTE DEL TALENTO

RomagnaBanca ancora una volta dalla parte dei giovani e del talento. Un impegno che si rinnova con il concorso rivolto ai giovani musicisti del territorio: un’iniziativa che nasce dalla volontà di valorizzare i talenti, sostenerli nella loro crescita artistica ed incentivare la composizione di testi e canzoni originali. Il tutto, in un momento che vede le occasioni relazionali e di crescita artistica fortemente condizionate dalle misure anti Covid-19.

“Ce la canti e ce la suoni!”: già a partire dal suo titolo, il concorso vuole mettere in chiaro il suo carattere leggero e giocoso, affinchè sia un’occasione di festa prima ancora che di competizione. Possono partecipare i ragazzi dai 14 ai 30 anni che frequentino una delle scuole di musica riconosciute dalla Regione Emilia Romagna attive nei comprensori ove opera RomagnaBanca. Tre le sezioni: cantanti, strumentisti e cantautori, che concorreranno in due distinte fasce di età, i giovanissimi dai 14 ai 17 anni ed i giovani dai 18 ai 30 anni. Prevista anche una sezione “Off” riservata ai cantautori che non sono iscritti ad alcuna scuola di musica.

In una prima fase di preselezione, un’ autorevole giuria esterna composta da compositori, arrangiatori, musicisti e cantanti ascolterà tutto il materiale pervenuto per ogni categoria in concorso e ammetterà in finale 18 concorrenti provenienti dalle scuole, divisi per età e sezione, e un cantautore che non frequenta le scuole di musica. Questi talenti saranno i protagonisti dell’evento finale in programma domenica 18 luglio a Villa Torlonia a San Mauro Pascoli (FC), dove si esibiranno accompagnati da un’orchestra di giovani professionisti: al 1° classificato di ogni categoria e sezione di concorso verrà consegnato un premio di 300 euro, lo stesso contributo che anche la scuola di musica frequentata dal singolo musicista riceverà da RomagnaBanca per il lavoro di preparazione del ragazzo.

Da oggi, è disponibile sulle pagine Facebook @celacantiecelasuoni, @romagnabanca e @accademiainarte la presentazione del progetto condotta da Gianfranco Gori. Tra gli interventi, quello della Presidente di RomagnaBanca Barbara Camporeale. “La musica è un linguaggio universale”, spiega, “una passione in cui tanti ragazzi si sono rifugiati nell’ultimo anno caratterizzato dalla pandemia: mesi in cui letteralmente se la sono ‘cantata e suonata’, spesso soli, in casa. Questo progetto restituisce loro e all’atto creativo una dimensione sociale e di condivisione.” Parole sottoscritte dal Vice Presidente Corrado Monti: ”Siamo abituati da sempre a organizzare iniziative per il territorio e per le persone. Pensiamo ai vari premi allo studio, ai convegni a San Patrignano. In un momento come questo, oggi più che mai, vogliamo stare vicino alle persone e ai giovani.” Così invece Ilaria Mazzotti, Presidente dell’Associazione culturale InArte che collabora al progetto: “E’ stato un anno difficile per i ragazzi che studiano musica, per gli insegnati e in generale per chi lavora nel mondo della musica e dello spettacolo: questo concorso intende essere un piccolo grande segnale di ottimismo e fiducia, perché anche in un momento non facile si può fare musica ed esprimere se stessi attraverso la creatività.

”Le iscrizioni sono gratuite e saranno aperte dal 15 marzo al 31 maggio. Partecipare sarà facilissimo e sarà sufficiente inviare un video – indicando la categoria di appartenenza  – all’indirizzo concorsoromagnabanca@gmail.com. Il materiale inviato dovrà essere corredato con un breve curriculum e con indicazione della scuola in cui si studia. Allo stesso indirizzo ci si può rivolgere anche per avere informazioni, precisando che presto una sezione dedicata sarà disponibile sul sito www.romagnabanca.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *